COSTRUIRE UNA PARETE DIVISORIA
Dividi un unico spazio per ottenerne due
Per questo genere di interventi il cartongesso rappresenta il materiale più indicato per la sua facilità di utilizzo, leggerezza e velocità.

Come procedere:
Prendi le misure della stanza in cui vuoi realizzare la parete e disegna un progetto dell’ambiente che vorrai realizzare, completo di misure e quote (altezza, larghezza, spessore) della parete e degli spazi residui da un lato e dall’altro. Tieni conto di ciò che vorrai mettere nelle due nuove stanze, come mobili, scaffalature o altro, e ricordati di lasciare spazi a sufficienza per il passaggio delle persone e per l’apertura di sportelli e cassetti.

Quanto alla nuova parete, puoi scegliere se farla arrivare al soffitto oppure tenerla più bassa in modo da lasciar passare aria e luce. Puoi anche decidere di realizzare un divisorio basso (circa 1 m), a cui appoggiare un divano o una scrivania, sul cui bordo superiore potresti fissare una mensola in legno per rifinirla esteticamente e renderla più funzionale. Se la parete arriva fino al soffitto, monterai lo scheletro in metallo fissandolo in basso, sul pavimento, e in alto, al soffitto.

In questo modo la struttura sarà sicuramente molto stabile. Se invece vorrai fermarti a una certa quota, diciamo per esempio a 2 m, dovresti fissarla al pavimento e almeno a una parete laterale. Se vuoi evitare di forare il pavimento potresti fissare il telaio di metallo anche con un forte biadesivo, ma dovrai tener conto che questa tua scelta renderà la struttura assai meno solida e resistente alle pressioni laterali rispetto a una saldamente fissata a pavimento e a soffitto.

COME PROCEDERE

REALIZZA UN DISEGNO
Per prima cosa, prendi le misure della stanza che vuoi dividere e riportale in scala su carta (o sul computer, se sei un tipo tecnologico). Poi decidi la ripartizione degli spazi tra i nuovi locali, in funzione dell’uso a cui vuoi destinarli, dei mobili che vuoi posizionarvi e dei relativi ingombri. Riporta accuratamente tutto questo sul disegno e decidi il punto migliore in cui posizionare la nuova parete (e non dimenticarti del suo spessore!). Calcola anche gli spazi occupati dalle eventuali nicchie che vuoi inserire.
COSTRUISCI LO SCHELETRO
Disegno alla mano, è il momento di costruire lo scheletro, ovvero la struttura in metallo che sostiene i pannelli in cartongesso. Armati di metro e matita e in base alle misure del disegno riporta sul pavimento, sul soffitto e sulla parete laterale la posizione esatta delle guide. Segna sulle guide metalliche la misura esatta occorrente e tagliale con il flessibile. Quindi, con l’aiuto di trapano e biadesivo, fissa al pavimento e al soffitto le guide tagliate a misura, poi posiziona e ancora saldamente i montanti sull’eventuale parete laterale e sulle guide, a distanza di 60 cm l’uno dall’altro. Tieni conto anche di eventuali nicchie o vani di passaggio.
MONTA I PANNELLI
Sei molto avanti, complimenti! Adesso è il momento di prendere i pannelli di cartongesso e tagliarli a misura in modo da coprire guide e montanti. In questa fase dovrai essere molto preciso: prendi bene le misure, riportale sulla lastra e poi con l’aiuto di una riga incidi la lastra sul punto di taglio con un cutter o un taglierino molto affilato e robusto. Fatto questo, ti basterà una piccola pressione perché il cartongesso si rompa da solo con estrema precisione. Se non hai mai fatto questa operazione, fai prima qualche prova con pezzi di scarto. Ti stupirai di quanto sia semplice. Fissa poi i pannelli a uno a uno sulla struttura con le apposite viti autofilettanti. Assicurati sempre che la testa delle viti sia perfettamente a filo del rivestimento della lastra, così che non siano visibili a lavoro ultimato, dopo la stuccatura. Una volta terminata la copertura frontale, dedicati alle eventuali nicchie o aperture; verifica che i piani siano perfetti con la livella a bolla e quindi fissa i pannelli di cartongesso tagliati a misura per tamponarne i bordi sotto, sopra e di lato. Adesso puoi passare al posizionamento e al fissaggio dei paraspigoli, che puoi bloccare con le viti o direttamente con lo stucco. Completato anche questo passo, potrai effettuare la stuccatura e siliconare gli spigoli. Infine, carteggia tutte le superfici con carta abrasiva a grana fine per eliminare le eventuali asperità.
VERNICIA LA PARETE
La tua nuova parete è quasi terminata! Adesso ti basta verniciarla del colore che vuoi, con una pittura specifica per cartongesso, lavabile e traspirante, aiutandoti con mini rulli e pennellesse. Ti consigliamo di dare almeno due mani di vernice ma sappi che tre è il numero perfetto per ottenere un risultato ottimo. In commercio puoi trovare tante pitture adatte per il cartongesso; tra queste, Knauf Trockenbaufarbe, una pittura per interni ideale per il cartongesso; veloce da applicare, ha una resa molto elevata grazie all’eccellente capacità coprente. Bene, adesso puoi farti i complimenti: hai realizzato una nuova parete con un basso impatto ambientale, rifinita liscia-opaca, lavabile e traspirante. Un lavoro dal risultato finale certamente molto gradevole!

MATERIALI UTILIZZATI

KNAUF
di Knauf S.r.l. S.a.s.

Sistemi Costruttivi Cartongesso
  • P.iva 02470860269
    Via Livornese 20
    56040 Castellina Marittima (PI)
    Tel. 050 69211 - Fax 050 692301
    E-mail: knauf@knauf.it